it_ITit_IT
  • Home
  • Blog
  • Solar Impulse 2: concluso il viaggio intorno al mondo a impatto zero!

Solar Impulse 2: concluso il viaggio intorno al mondo a impatto zero!

Seguiamo le tappe del Solar Impulse 2, l'aereo "solare" che ha realizzato il viaggio intorno al mondo a impatto zero!

26 Luglio 2016: il Solar Impulse 2 conclude il giro del mondo!

Più di 42000 km percorsi in 17 tappe intono al mondo, il Si2 ha terminato il giro del mondo senza carburante dimostrando che le tecnologie pulite possono davvero raggiungere l’impossibile! #futureisclean

13 Maggio 2016: il Solar Impulse 2 arriva in Oklahoma,11/a tappa giro del mondo

L’aereo a energia solare che sta tentando di compiere il giro del mondo senza una goccia di carburante, è atterrato questa mattina a Tulsa, in Oklahoma, dopo 18 ore e 10 minuti di volo da Phoenix (Arizona). Ha percorso così altri 1.570 chilometri, a una velocità media di circa 86 chilometri orari.

Si tratta di una tappa di avvicinamento alla East Coast e a New York, che sarà la città statunitense da cui il Solar Impulse 2 partirà per attraversare l’Oceano Atlantico e far ritorno in Medio Oriente, da dove era partito nel marzo 2015 per il suo giro intorno al globo.

02 Maggio 2016: Si conclude con successo la decima tappa del viaggio del Solar Impulse

L’aereo solare pilotato da André Borschber, dopo 16 ore di volo, atterra a Phoenix in Arizona(USA) e conclude la decima tappa del giro intorno al mondo.

Al motto di #futureisclean, il team del SI2 si prepara alla partenza che porterà il veivolo nella grande mela a New York

01 Maggio 2016: il Solar Impulse riposa nel mobile hangar a Mountain View, a sudest di San Francisco (California)

Dopo 3 giorni di volo di Bertrand Piccard dalle Hawaii a San Francisco, lo staff del SI2 ha “gonfiato” il mobile hangar che proteggerà l’aereo solare durante la sua permenanza in California.

Vedi i dettagli tecnici del mobile hangar del Solar Impulse

24 Aprile 2016: completata la traversata dell’oceano Pacifico!

Sono passate appena 62 ore e 27 minuti dal decollo alle Hawaii e il Solar Impulse 2 approda a Mountain View in California dopo uno spettacolare volo sul Pacifico passando per San Francisco.

Da Mountain View, ripartirà per attraversare gli Stati Uniti, e proseguire poi sorvolando l’Atlantico verso l’Europa e di nuovo ad Abu Dhabi

21 Aprile 2016: Solar Impulse 2 è decollato alle 05:00 da Kalaeloa per continuare ed ultimare il suo viaggio intorno al mondo utilizzando solo l’energia solare.
Dopo mesi di attesa è ripartita l’avventura dei piloti Bertrand Piccard e André Borschberg, rispettivamente Presidente e CEO dell’azienda svizzera, iniziata il 9 marzo 2015 con la tratta Abu Dhabi-Muscat. Questo nuovo step prevede il sorvolo dell’oceano Pacifico dalle Hawaii a Phoenix per un totale di 4.707 Km. Ci vorranno circa tre giorni per arrivare a Moffett Airfield a Mountain View , in California.

Con le ultime quattro tappe verrà completato il giro del mondo, passando per New York, Europa e Nord Africa. Il punto di arrivo coincide con quello di partenza, ovvero Abu Dhabi. L’obiettivo principale del progetto è “dimostrare che le moderne tecnologie pulite permettono di realizzare l’impossibile“. Piccard ha dichiarato che l’energia solare dovrebbe essere utilizzata nella vita di tutti i giorni per la mobilità, l’illuminazione e il riscaldamento.

05 Marzo 2016: secondo volo di manutenzione ad alta quota
Il Solar Impulse completa con successo anche il secondo volo ad alta quota raggiungendo i 28000 piedi: durante il tragitto è stato testando il nuovo sistema di ventilazione che impedisce il surriscaldamento delle batterie.

26 Febbraio 2016: un succcesso il primo volo di test del Solar Impulse
Dopo mesi di sosta forzata torna a librarsi il Solar Impulse 2 con un volo di manutenzione della durata di un ora e mezza durante la quale i tecnici hanno potuto verificare il corretto funzionamento della nuova tecnologia installata

Solar Impulse 2: riparte l’avventura intorno al mondo

Ad aprile 2016 riprende il giro del mondo del Solar Impulse, l’aereo completamente funzionante a energia solare, costretto a terra dalla scorso luglio per un problema tecnico.

Dopo la pausa forzata che ha tenuto il Solar Impulse alle Hawaii dalla scorsa estate a causa di un guasto alle batterie, è pronto a ripartire l’aereo “solare” per terminare l’impresa del giro intorno alla Terra.

Ad aprile 2016 riprende il giro del mondo del Solar Impulse

Dopo le necessarie riparazioni e i test di volo, è pronto a volare il Solar Impulse 2, partendo proprio dalle Hawaii, per raggiungere la tappa finale di Abu Dhabi, da cui era partito a Marzo 2015, passando per Phoenix, New York, ultimo scalo sicuro prima di affrontare l’oceano Atlantico e proseguendo il viaggio in Europa per raggiungere la tanto ambita tappa finale negli Emirati Arabi.

Saranno tante le sfide tecniche, umane e operative che Bertrand Piccard e André Borschberg, i due piloti e fondatori del Solar Impulse, dovranno affrontare: un viaggio da record tra due continenti, oltre 35 000km da terminare di percorrere, 5 giorni e notti consecutivi di volo senza l’uso di alcun carburante.

Prima della partenza, sono stati effettuati anche i test sul Mobile Hangar, progetto realizzato dalla FLY IN, che proteggerà il Solar Impulse in caso di eventuali tappe impreviste per condizioni meteo avverse. Come è accaduto in Giappone nel giugno 2015 quando, a causa di forti raffiche di vento, l’areo ha dovuto affrontare un atterraggio d’emergenza presso Nagoya, dove è rimasto custodito nell’hangar gonfiabile per una settimana prima della partenza per le Hawaii.

Tags: ,

Ti servono idee su come realizzare i tuoi progetti?

it_ITit_IT