it_ITus

Black Sphere

  • Salome 1920x1080

    Black Sphere

Black Sphere

Scenografia per la “Salomè” al Festival di Salisburgo

La “Black Sphere” era parte della scenografia dell’allestimento della “Salome” di Romeo Castellucci per il Festival di Salisburgo 2018.

E’ stato realizzato per essere gonfiato con aria calda per essere fedeli al concept del regista Castellucci, che voleva, nel finale dell’Opera, che l’oggetto scenico “fluttuasse sui personaggi e si gonfiasse molto lentamente fino divorare palco e cast”. Con aria fredda quest’ effetto, fortemente drammatico e di grande impatto scenico, sarebbe stato impossibile da raggiungere.

La conformazione rocciosa e la struttura del teatro Felsenreitschule (scavato nella montagna) dove è stata allestita l’Opera, ha rappresentato una sfida nell’installazione del gonfiabile, per due ragioni.

La prima: la distanza tra l’oggetto scenico è il meccanismo d’insufflaggio.
La seconda il rumore di fondo che questo provocava.

E’ stato così realizzato un tubo di tessuti e materiali fonoassorbenti lungo 20 metri, un vero e proprio sistema d’insonorizzazione, e un sistema d’iniezione ad aria calda, preriscaldata da una serie di resistenze elettriche da 30 kw, per portarla ad una temperatura di 80 gradi con una portata di circa 4000 metri cubi all’ora.

  • 1   Prospettiva
  • 2   Pianta
  • 3   Laterale Sinistra
  • 4   Prospetto Frontale

    Scheda tecnica

    Gonfiato ad aria calda.

    Gallery

    • 1 Salome 2 600x600
    • 2 Erode 2 600x600
    • 3 Salome 600x600
    • 4 Erode 1 600x600
    • 5 Il Tenore John Daszak Divorato Dalla Sfera 600x600
    • 6 Salome 3 600x600
    • 7 Salome 4 600x600
    • 8 Sfera 600x600
      it_ITus