it_ITus
  • Home
  • Blog
  • Palaclima: il Planetario Geodetico Ecosostenibile

Palaclima: il Planetario Geodetico Ecosostenibile

FLY IN si avvicina sempre più a gonfiabili ad impatto zero e totalmente autonomi nel consumo energetico

Il Palaclima è stato realizzato da FLY IN all’interno del progetto europeo CClimaTT – Cambiamenti Climatici nel Territorio Transfrontaliero che si propone di informare i cittadini sugli effetti che i cambiamenti climatici producono dalle Alpi al mare nel territorio transfrontaliero, ha coinvolto i parchi del Mercantour, degli Ecrins, delle Alpi Marittime e Marguareis, l’area fluviale Gesso e Stura e le colline di Langa e Barolo.

E’ un planetario geodetico gonfiabile. Una struttura resistente ed ecosostenibile.

“Visto l’impiego educativo – informativo, legato principalmente alle problematiche ambientali e di consumo energetico, che il Parco Alpi Marittime ne avrebbe fatto, il concept è stato quello di costruire una struttura che avesse il minor impatto ambientale possibile” ci racconta Mauro Oggero, titolare della FLY IN.

La particolare innovazione applicata da FLY IN è stata quella di utilizzare per la struttura unicamente triangoli equilateri in TESSUTO, senza l’utilizzo di una struttura metallica. Questo la rende più leggera e facilmente trasportabile ma anche veloce (circa venti minuti) e pratica nell’allestimento. E naturalmente più resistente. E’ sufficiente pochissima energia (le ventole consumano solo 180 watt), per mantenere gonfiata una struttura come questa del raggio di 10 metri.
Questo è possibile grazie alla particolare forma geodetica.

Una cupola geodetica, è una struttura emisferica normalmente composta da una rete di travi che formano degli elementi triangolari giacenti sulla superficie di una sfera. Prendendo origine da una sfera, dove le forze sono egualmente distribuite, questo permette alla cupola di non avere punti di debolezza. E questa particolare caratteristica le permette di diventare proporzionalmente più resistente all’aumentare delle dimensioni.
Nella storia dell’architettura moltissimi sono gli architetti che si sono cimentati con la particolare struttura a partire da R. Buckminster Fuller e molte sono visibili in tutto il mondo. Ma le strutture che normalmente le sostengono sono costose e pesanti.

Dopo la realizzazione di “Ossigeno – Molecola Teatrale”, il teatro itinerante gonfiabile insonorizzato progettato e costruito da FLY IN per l’Associazione Kalatà, sempre con la medesima forma e primo esperimento al mondo di questo tipo, il Palaclima è stato il passo successivo verso strutture che possano essere sempre più ecosostenibili.

“Quello che ci prefiggiamo in futuro – prosegue Oggero – è arrivare a gonfiabili TOTALMENTE a IMPATTO ZERO, magari attraverso l’utilizzo di pannelli solari, in modo da raggiungere per la struttura l’autonomia energetica”.
Il Palaclima è stato presentato a Cuneo in occasione dell’edizione 2018 della Fausto Coppi, nota competizione ciclistica amatoriale. All’interno della struttura era stata allestita una mostra itinerante sulla biodiversità.
L’interno della struttura è stato rivestito di tessuto nero, per dare la possibilità di proiettare video ed immagini anche durante il giorno.
La struttura ha una porta d’ingresso, due finestre in Crystal e oblò apribili e oscurabili.

Il Pala Clima sarà nuovamente allestito per parlare alla cittadinanza di problematiche ambientali, a Cuneo il 25 settembre e in occasione della Festa del Marrone ad ottobre.

Ti servono idee su come realizzare i tuoi progetti?

it_ITus